A piedi a Roma · Camminare a Roma · Escursioni · Consigli utili

Si parla sempre tanto del traffico a Roma, ma in realtà Roma è una città per i pedoni. Nel centro della città ci sono restrizioni del traffico e l’uso del trasporto pubblico è spesso complicato o addirittura impossibile. La modalità prevalente per i spostamenti al centro di Roma è quindi a piedi.

Le strade e i vicoli di Roma si sono sviluppati nei millenni e non seguono una logica tangibile. Vicoli tortuosi si snodano tra resti antichi e palazzi medievali. Costruttori e architetti volevano impressionare con il loro potere e la loro arte e si sforzavano di ottenere effetti a sorpresa. Attraversate quindi un vicolo e vi trovate improvvisamente di fronte alla Fontana di Trevi o a Piazza Navona.

Qui vi do alcune indicazioni e alcuni consigli e percorsi su come muoversi a Roma al meglio.

Abbigliamento e attrezzature

Se vi muovete a piedi a Roma, avete bisogno di buone scarpe. A Roma c’è molta pavimentazione con i sampietrini, i marciapiedi sono irregolari e con le buche. Con i tacchi alti rischiate di inciampare e rompervi i piedi. Anche i sandali sono scomodi. Per essere preparati per visitare siti sacri, i vostri vestiti devono coprire le ginocchia. Questo vale per gonne e pantaloncini. Le spalle devono essere coperte, anche con un pareo. Inoltre, vi serve una protezione solare, un cappello, un berretto o un ombrello.

Soprattutto nelle giornate più calde vi dovreste portare una bottiglia d’acqua. A Roma, ci sono fontanelle dappertutto dove potete riempire la bottiglia.

Visite guidate della città

Un buon modo per conoscere Roma è con le visite guidate. Ci sono tante visite guidate in cui è possibile conoscere l’antica Roma o i monumenti del centro in poche ore a piedi. La guida vi mostrerà i posti salienti e fornirà spiegazioni. Vi condurrà nel modo migliore attraverso le tortuose strade di Roma, dove uno si può perdere facilmente.

Ci sono tour gratuiti offerti dall’organizzatore Big Bus quando acquisti un biglietto per il bus scoperto hop on hop off. Big Bus offre gratuitamente i seguenti tour ai suoi passeggeri:

  • I dintorni del Vaticano e Piazza San Pietro
  • Dal Campidoglio al Colosseo
  • Pantheon e Piazza Navona
  • Da Piazza Barberini a Piazza di Spagna

Passeggiate in città

Buoni punti di partenza per una passeggiata in città sono le stazioni della metropolitana della linea B, Colosseo, Circo Massimo, Piramide, San Paolo.

Al Tevere

Tiber Radweg
Radweg am Tiberufer

La riva del Tevere è l’ideale per escursionisti, jogging e ciclisti per attraversare la città senza traffico e gas di scarico. Partendo dal ponte Marconi nelle vicinanze della Basilica di San Paolo (Metro B stazione San Paolo) a sud, la riva orografica destra è accessibile fino al nord di Roma. Molti ponti offrono la possibilità di salire tramite rampe o scale dalla riva del fiume. A nord di Roma è anche possibile tornare al centro città dalla stazione di Tor di Quinto.

Piramide e Testaccio

Ausländerfriedhof Pyramide
Vista dal cimitero acattolico sulla piramide

Dietro la piramide (linea B della metropolitana) si trova il cimitero dei non cattolici (cimitero acattolico) . Molte personalità da tutto il mondo riposano qui, incluso August von Goethe.

Ausländerfriedhof Grab Goethe Filius
Tomba del figlio di Goethe, dietro si vedono le mura della città

Dietro si trova il quartiere Testaccio, con una collina di cocci di ceramica, che si è formata nell’antichità da vasi di terracotta scartati. Qui, il cibo proveniente dall’estero è stato scaricato sulle rive del Tevere. Il Testaccio è quindi stato per migliaia di anni un centro alimentare ed è anche oggi un centro di gastronomia a Roma.

Testaccio Markt Stand
Box al mercato Testaccio

Ci sono discoteche incastonate attorno alla collina e di fronte c’è il mercato coperto del Testaccio con una famosa paninoteca, cibo da strada e pittoresche bancarelle del mercato.

L’ex mattatoio romano ora ospita un centro culturale e un ramo del museo Macro per l’arte contemporanea.

L’Aventino

Cavalieri Malta Schlüsselloch
Buco della serratura all’ingresso dell’Ordine di Malta

Una zona molto tranquilla è l’Aventino. Ad esempio, si può salire, proveniente dalla Piramide, su Via di Porta Lavernale a San Anselmo. Sulla piazza dell’Ordine di Malta c’è il famoso buco della serratura, attraverso il quale è possibile guardare direttamente alla Cupola di San Pietro. Fotografare la scnea è un’impresa particolare.

La basilica di Santa Sabina risale al IV° secolo, mentre la vicina basilica SS. Bonifacio e Alessio risale al V° secolo. Entrambe le basiliche e San Anselmo sono famose chiese per il matrimonio.

Dopo aver visitato le chiese e gli splendidi punti panoramici, in particolare il giardino degli aranci, si può scendere al Circo Massimo. Da inizio maggio a metà giugno è possibile visitare il Giardino delle Rose del Comune di Roma. È anche aperto nel tardo autunno per la seconda fioritura.

Il Circo Massimo

Camminare a Roma Isola Tiberina
L’isola tiberina

Dal Circo Massimo potrete scegliere diverse direzioni. Prendendo la stazione della metro come punto di riferimento, si puó andare verso il Tevere per arrivare alla chiesa Santa Maria in Cosmedin con la Bocca della Verità e proseguire verso il Ghetto e l’isola tiberina.

Dalla stazione della metro si vede alla fine della Via di San Gregorio l’Arco di Costantino. Dietro c’è il Colosseo.

Il Celio

Basilica Giovanni e Paolo Salita
Mura di sostegno della Basilica dei Santi Giovanni e Paolo

Se vi decidete per il Celio, la salita di fronte al Circo Massimo è molto bella, a destra dei binari del tram, passando per la Salita di San Gregorio.

Basilica Giovanni e Paolo interno
Interno della Basilica dei Martiri Giovanni e Paolo

Passando per la chiesa di San Gregorio, troverete, sulla sinistra, la Basilica dei Beati Martiri Giovanni e Paolo, nelle fondamenta del IV secolo.

Sotto la basilica si può visitare le case romane, nelle quali i due vivevano. Tra la basilica e la torre c’è un cancello, che viene aperto dal sacrestano della basilica. Dietro di esso, si può guardare in basso nei locali che servivano per rifornire il Colosseo. La basilica è la chiesa principale dell’Ordine cattolico dei Passionisti.

Celio Uscita via S Paolo della Croce
Passaggio a Via della Navicella

Sopra la piazza della basilica sulla destra si trova l’ingresso della Villa Celimontana, purtroppo molto trascurata.

Celio Villa Celimontana
Villa Celimontana

La salita termina in Via della Navicella. Girando a destra si arriva all’interessante chiesa circolare di Santo Stefano Rotondo del V secolo. La chiesa mostra paralleli con l’Anastasis del Santo Sepolcro a Gerusalemme.

Da Via Navicella, svoltando a sinistra si arriva al Colosseo, proseguendo dritto oltre l’Ospedale Militare e attraverso Via Celimontana si arriva a Via di San Giovanni in Laterano, dove si può girare a destra per la Basilica di San Clemente e proseguire fino a San Giovanni.

Caelius and Oppius in an afternoon

Ghetto, Campo de’ Fiori, Trastevere e Gianicolo

Sinagoga Roma
La sinagoga

Dal Ghetto, prendete la pedonalizzata Via del Giubbonari fino a Campo de’ Fiori. Da Campo de’ Fiori a sinistra c’è Palazzo Farnese con l’Ambasciata di Francia, dritto si va verso il Vaticano e a destra per Piazza Navona.

Tra Via dell’Arco del Monte e Piazza Farnese si trova il Palazzo Spada. Dal cortile, che è liberamente accessibile, è possibile vedere il “giardino segreto”.

Galerie Spada optische Täuschung Borromini
Portico del Borromini

Qui trovate un’opera d’arte barocca, un’illusione ottica: il portico costruito da Borromini nel 1653 per il cardinale Bernardino Spada. Visivamente, il portico sembra essere lungo circa 35 metri, infatti ha solo 8,82 m. Di conseguenza, la figura del guerriero romano sembra molto più grande di quanto non sia in realtà.

Da Via dei Giubbonari si dirama la Via dell’Arco del Monte. Proseguendo si arriva al Ponte Sisto che porta a Trastevere. Da lì si può proseguire su Via Garibaldi al Gianicolo, un altro punto panoramico, e poi a

Ponte Sisto Acqua Paola
Vista su Ponte Sisto e Trastevere con la Fontana Paola

Prima del ponte Sisto a destra (o proveniente da Trastevere dopo il ponte a sinistra) inizia la pittoresca Via Giulia. Va lungo il retro del Palazzo Farnese e termina in Corso Vittorio Emanuele II. Alla parte anteriore di Palazzo Farnese inizia Via di Montserrato. La strada diventa Via dei Banchi Vecchi e dopo aver attraversato Corso Vittorio Emanuele, Via del Banco di Santo Spirito per finire al Ponte Sant’Angelo.

Dal Vaticano al Centro

L’itinerario a traffico limitato dal Vaticano al centro passa per Ponte Sant’Angelo e attraverso Via dei Coronari fino a Piazza Navona. Un altro itinerario con molto più traffico va Piazza del Risorgimento attraverso la strada dello shopping Cola di Rienzo fino a Piazza del Popolo.

Il Cimitero Monumentale Verano

Panorama Cimitero monumentale Verano
Un reparto del Cimitero Monumentale Verano

Una proposta insolita per camminare a Roma è il cimitero monumentale del Verano. Questa necropoli, costruita nel paesaggio, si trova dietro la Basilica di San Lorenzo. Potete raggiungerla con le linee 3 e 19 del tram.

Il Verano con i suoi edifici e le sue iscrizioni si presta a studi di storia e cultura e si può passeggiare per ore senza annoiarsi. L’incisore Giovanni Battista Piranesi potrebbe essere stato ispirato da questo posto nella sua rappresentazione immaginaria di un’antica necropoli sulla Via Appia.

Via Appia Antica

Wandern in Rom Appia Antica Cecilia Metella
Via Appia Antica con la tomba di Cecilia Metella

Il parco dell’Appia Antica si presta per lunghe ed estese escursioni.

La Via Appia era una delle strade militari più importanti dell’antichità. Conduce da Roma a Brindisi e da lì si imbarcava per la Grecia. Ancora oggi, gran parte della strada è preservata. A Roma, la Via Appia Antica conduce dalla Porta di San Sebastiano a Ciampino. È pedonale dal mausoleo di Cecilia Metella.

Sull’Appia Antica si può camminare su un itinerario pianeggiante per circa 15 chilometri fino a Santa Maria delle Mole e da lì prendere il treno per tornare a Roma.

A Roma, il modo migliore per raggiungere l’Appia Antica è con l’autobus 118 da Piazza Venezia, con l’autobus 218 da San Giovanni o a piedi dal Circo Massimo, passando per le Terme di Caracalla e Via di Porta San Sebastiano. Appia Antica e catacombe

Roma EUR

Wandern in Rom EUR
Vista sulla chiesa SS. Pietro e Paolo all’EUR

Il quartiere EUR a sud di Roma fu costruito a partire dal 1938 in occasione dell’esposizione mondiale prevista per l’anno 1942, che poi non ebbe luogo a causa delle turbolenze di guerra. Il nome EUR è l’abbreviazione di Esposizione Univerale di Roma.

Nel centro c’è un lago artificiale e dei parchi che si estendono fino al palazzo polivalente Palalottomatica.

Nell’EUR si può vedere molta architettura fascista.

Ville e parchi

Roma è una delle città più verdi d’Europa. Ricche famiglie romane hanno gareggiato per i palazzi più belli e i parchi più belli. Potete trovare maggiori informazioni nel mio articolo Ville e Parchi.

Al mare

Se volete andare al mare, prendete la linea ferroviaria dalla Piramide ad Ostia. Passa per Ostia Antica e Ostia Lido per poi correre lungo la costa. Potete quindi facilmente venire al mare e camminare lungo la spiaggia, mangiare un buon pesce e sdraiarvi al sole.

In Italia, la spiaggia è sempre aperta al pubblico. Potete anche camminare lungo la riva di fronte agli stabilimenti balneari. Per l’accesso al mare, ci sono accessi gratuiti al di fuori degli stabilimenti balneari. Leggete anche Un giorno a Ostia Antica e Ostia Lido

Dal Colle Oppio al Vaticano

Nella mia galleria fotografica troverete le immagini di una passeggiata invernale a Roma durante il periodo natalizio dal Colle Oppio – sotto il quale si trova la Domus Aurea di Nerone – passando per Piazza Venezia e Piazza Navona, fino alla Basilica di San Pietro e indietro passando per Campo de’ Fiori.