Cosa non fare a Roma · Una piccola guida di sopravvivenza

Ecco i miei consigli sulle 10 cose da non fare a Roma. Seguite questi suggerimenti e godrete un soggiorno perfetto a Roma.

Non vi conviene visitare luoghi senza prenotazione

Questo è il mio consiglio più importante: non visitate le principali attrazioni senza prenotazione!

La Basilica di San Pietro, il Colosseo e i Musei Vaticani sono tra le attrazioni più visitate al mondo.

Al Colosseo e alla Galleria Borghese si può entrare solo con prenotazione. Anche per i Musei Vaticani conviene acquistare online i biglietti con prenotazione.

L’ammissione di San Pietro è gratuita, ma ci sono quasi sempre lunghe code al controllo di sicurezza. Se si ha prenotata la visita con guida o con audioguida, si può andare direttamente all’accettazione del servizio di accoglienza di San Pietro senza fare la fila.

Senza prenotazione rischiate di non poter entrare al Colosseo e in ogni caso perdete molte ore del vostro breve soggiorno a Roma in diverse code.

Una visita spontanea a questi luoghi è quindi non possibile o estremamente difficile.

 

Non vi conviene attraversare Roma a piedi e senza piano

Uno dei più grandi errori dei turisti è di passare tutta la giornata a Roma a piedi. Le ragioni sono molteplici: non si conoscono i collegamenti con gli autobus, il trasporto pubblico non è affidabile e nel centro della città molti monumenti possono essere raggiunti solo a piedi.

Il centro di Roma non è molto grande. Tuttavia, si rischia di fare tanti chilometri a piedi nell’arco della giornata spostandosi senza piano e senza le necessarie informazioni.

Come piccola guida, leggete la mia panoramica delle principali linee del trasporto pubblico a Roma. I luoghi all’interno delle mura della città possono essere raggiunti molto bene con gli autobus aperti Hop on hop off.

Attenzione all’abbigliamento

Roma sampietriniNon indossate abiti da spiaggia in città. Quando si visitano siti religiosi e catacombe, spalle e ginocchia devono essere coperte. Uno scialle leggero è sufficiente. Portate un’adeguata protezione solare con un cappello o un ombrello.

Non decoratevi come un albero di natale con gioielli e attrezzature fotografiche e non rendete intuibile dove portate documenti e valori.

Indossate buone scarpe senza tacchi alti se non volete fare una performance acrobatica sui marciapiedi pieni di buche e sui sampietrini delle strade di Roma.

 

Non comprate presso i camion bar

a Roma, non uno spuntino
Camion bar

Non comprate bevande, panini o gelati presso i camion bar, che si trovano nelle vicinanze delle attrazioni turistiche. Le bevande sono troppo care e il gelato è un prodotto industriale. Potete riempire le vostre bottiglie d’acqua presso le numerose fontanelle della città e per mangiare trovate un’ampia offerta di qualità. Per i gelati, merita cercare una gelateria con un buon gelato artigianale.

Non entrate nella Fontane

Anita Ekberg e Marcello Mastroianni hanno girato scene mitiche nella Fontana di Trevi per il film La Dolce Vita. Oggi purtroppo non si può più!

Anche se fa molto caldo, non dovete entrare nelle fontane e neanche mettere i piedi dentro. Rischiate delle multe salate.

Non immortalarvi nei monumenti

Purtroppo si sente ognittanto che turisti vengono scoperti mentre incidono le loro iniziali nel Colosseo o su altri monumenti o tentano di portare via dei pezzi come souvenir. Danneggiano i monumenti e rischiano pene elevate!

Non ordinare doppio espresso e cappuccino dopo pranzo

Non ordinate un doppio espresso. Il caffè è abbastanza forte e le persone intorno a voi reagiranno con incomprensione. A Roma si ordina semplicemente un caffè o un macchiato – caffè con latte, latte macchiato – un bicchiere di latte caldo con un caffè – o un cappuccino. Dopo pranzo non si beve cappuccino a Roma, ma caffè. L’idea di finire un buon pasto con un grande caffè al latte riempie i romani di orrore.

Non andate nei ristoranti turistici

I ristoranti che espongono campioni di plastica dei loro piatti non sono necessariamente una buona raccomandazione. Se ci sono molti romani o preti nel ristorante, lo è di solito un segno di qualità.

 


Anche i tavoli nelle grandi piazze sono solitamente cari. A Piazza Navona o al Pantheon, un caffè al tavolo può costare delle volte 5 euro o più, al banco costa circa un euro. Assicuratevi di controllare il listino prezzi prima di ordinare qualsiasi cosa.

Alcuni motivi potrebbero non essere fotografati e l’uso di droni è vietato

Non è permesso fotografare militari o poliziotti da vicino. Non dovreste fare eccessivamente foto di infrastrutture come aeroporti, stazioni ferroviarie o stazioni della metropolitana. Vi potrebbe anche essere proibito fotografare con un treppiede.

Al Colosseo ova Castel Sant’Angelo si incontrano spesso uomini che si vestono da legionari o gladiatori. Fanno pagare un prezzo alto e spesso ci sono delle dispute. Se volete fotografarle, assicuratevi di concordare in anticipo il prezzo della foto.

Spesso turisti vogliono fotografare monumenti e piazze dall’alto e usano droni per farlo. Questo non è possibile. Dal Giubileo del 2015, l’uso di droni è vietato a Roma per motivi di sicurezza. Le autorità stanno reagendo duramente. I drone viene confiscato e c’è una denuncia penale.

Non permettere di essere avvicinati da sconosciuti

A Roma ci sono molti venditori ambulanti. Alcuni vi vengono direttamente incontro per offrire i loro beni. Allungano le mani e chiedono da dove venite. Continuate il vostro cammino e ignorateli.

Un altro trucco sono supposti studenti che vi invitano a una raccolta di firme. Una volta che riescono a coinvolgervi, vi verrà chiesta una donazione e, nel peggiore dei casi, il vostro portafoglio scomparirà.

Cosa fare a Roma · 10 consigli utili

Cosa fare a RomaCosa fare a Roma – con i miei consigli utili conoscerete Roma meglio e saprete, cosa fare e cosa non vi dovrete perdere. Continua->


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.