Coraggioso? Guidare a Roma · La mia piccola guida di sopravvivenza

Guidare a Roma può essere una vera avventura. Qui scoprite come moversi nel traffico romano con la macchina, a che cosa dovete essere attenti e dove trovare un parcheggio.

Riflessioni sul guidare in auto a Roma

Le prime restrizioni al traffico conosciute a Roma furono ordinate da Giulio Cesare nel 45 a.C. Questi includevano già allora strade a senso unico e strade chiuse al traffico.

Il traffico romano è famoso. Con 710 auto per mille abitanti, Roma è davanti al Lussemburgo con 659 vetture. In confronto, a Monaco di Baviera ci sono 350 auto, a Londra 300 e a Berlino 289 auto per mille abitanti.

Non è facile rispondere alla domanda, se i romani hanno così tante macchine perché il trasporto pubblico non funziona o se il trasporto pubblico non funziona perché ci sono così tante macchine.

In linea di principio, se si riesce a uscire incolume dai bumper car nel lunapark, si dovrebbe riuscire anche nel traffico romano.

Regole nel traffico romano

Ecco alcune regole base:

  • Devi essere in grado di fermarti in qualsiasi situazione da un ostacolo inaspettato
  • Assoluto diritto di precedenza hanno auto gravemente danneggiate e ammaccate
  • La precedenza ha chi è il primo all’incrocio
  • In linea di principio, i semafori danno solo una raccomandazione, alcuni frenano anche sè è verde e altri passano ancora col rosso.
  • Molti autisti sono daltonici e aspettano con il verde finche gli altri partono o qualcuno suona da dietro.
  • A Roma esiste il così chiamato “semaforo del prepotente”, che è la ripetizione del semaforo dall’altra parte dell’incrocio. Grazie al semaforo del prepontente, tanti autisti non si fermano alla linea di stop prima del semaforo, ma da qualche parte sull’incrocio, preferibilmente sulle strisce pedonali.
  • Dipinti della carreggiata come corsie, strisce pedonali e simili servono principalmente come decorazione. La segnaletica, fra l’altro, non è conforme al codice della strada, che è evidentemente sconosciuto sia nell’amministrazione capitolina come tra i vigili.

Fai attenzione ai pensionati che guidano le auto! Potrebbero non vedere bene e guidare molto lentamente o frenare in modo imprevidibile.

Le fasi dei semafori sono solitamente molto lunghe, compresa la fase gialla.

Strisce pedonali

Strisce pedonali sono a Roma di solito non all’incrocio, ma qualche metro dopo il bivio. La ragione risiede nel codice della strada italiano. Di conseguenza, alcuni pedoni passano sulle strisce pedonali e altri prendono la via diretta per attraversare la strada. Inoltre, i pedoni attraversano la strada alle fermate degli autobus di fronte al bus.

Automobilisti romani di solito si fermano alle strisce pedonali solo quando è assolutamente necessario. Anche se i pedoni sono già sulla strada, cercheranno di passarli rapidamente. Pertanto è meglio attraversare la strada solo quando si può vedere chiaramente che la prossima macchina si fermerà.

Guidare al centro della città

Parco centro Roma
Innovativa modalità di parcheggiare a Roma

In generale non è una buona idea andare nel centro con la macchina. Troverete difficilmente un parcheggio. È meglio parcheggiare l’auto presso una stazione della metropolitana in periferia. Se si vuole parcheggiare la macchina per un tempo prolungato, sarebbe meglio cercarsi un garage custodito.

Parcheggio nel centro

Troverete un grande parcheggio a Villa Borghese sulla via del Muro Torto. Da questo garage, avrete accesso diretto a Via Veneto e al centro città e alla stazione della metropolitana Spagna.

Gianicolo parcheggio per l'auto a Roma
Ingresso al parcheggio Gianicolo

Un secondo ampio garage si trova nelle vicinanze di San Pietro sulla strada per l’ospedale pediatrico Bambino Gesù sulla via del Gianicolo.

Parcheggio Gianicolo tunnel pedonale
Parcheggio Gianicolo – tunnel pedonale alla Basilica di San Pietro

strisce_blu_pachinoPer il resto vale: parcheggi segnalati con strisce bianche sono gratuiti, parcheggi segnalati blu sono a pagamento.

State lontano da strisce in tutte gli altri colori, in particolare da posti auto per disabili. Il rischio è alto che la macchina sarà portata via e riprenderla è complicato e costoso.
strisce-blu1
I parcheggi contrassegnati con blu si può pagare tramite i parcometri o utilizzando dei bigliette ad ore tipo gratta e vinci, che sono disponibili da alcuni tabbaccai.

Ci sono anche alcune app, con le quali si può pagare il parcheggio, come per esempio l’app del Telepass.

Le zone a traffico limitato

Ci sono diverse zone della città che richiedono un accesso speciale in determinati momenti della giornata. Alcune zone sono attive di notte, altre durante il giorno.
ZTL-roma-notte-varchi
Le zone sono chiamate zona a traffico limitato ZTL.
Gli ingressi alle zone sono videosorvegliati e all’ingresso troverete un display a LED con le informazioni:
Varco attivo o ZTL attiva – controllo ingresso attivo, accesso solo con autorizzazione
Varco non attivo o ZTL non attiva – controllo non attivo, si può entrare.

In caso di incidente con l’auto a Roma

Se si vuole chiamare i vigili urbani nel caso di un incidente, il numero è +39 0667691.

Sfortunatamente può passare molto tempo prima che la polizia municipale appaia per registrare un incidente. Per incidenti minori, potrebbe essere necessario documentare personalmente l’incidente tramite il modulo CID e scambiare i dati con l’avversario dell’incidente.

Le compagnie di autonoleggio richiedono in ogni caso la registrazione di incidenti dalla polizia.

Truffe con artisti

A volte può succedere che un pedone si spinge davanti alla Vostra macchina, oppure qualcuno con un’auto o la maggiorparte delle volte con una moto tocca la Vostra macchina con un oggetto. Spesso purtroppo si graffia pure la lacca. Cercheranno di fermarvi e affermeranno che avete ferito qualcuno o causato danni. Il motociclista Vi farà vedere un’abrasione di pelle al piede. Vi verrà proposto di chiamare i vigili o di risolvere la questione in loco dietro pagamento di alcune centinaia di euro. Se dicete di non avere abbastanza soldi con Voi, Vi verrà proposto di accompagnarvi a un bancomat.

In questi casi, dovreste insistere a chiamare la polizia. Di regola, la Vostra controparte scomparirà dicendo di andare a cercare la polizia o Vi dirà che dovrete tornare al luogo dell’incidente prima di chiamare la polizia. Quello che Vi rimarrà sarà un graffio sulla macchina. Potrete tentare di prendere la targa della controparte e di denunciare il fatto.


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.