Festa dei Patroni di Roma Pietro e Paolo · 29 giugno

Ogni anno il 29 giugno Roma celebra la festa dei patroni della città, i santi Pietro e Paolo. Questa festa è, come Pasqua e Natale, una delle più importanti per i Romani. Qui trovate tutte le informazioni su cosa succede il 29 giugno 2020 a Roma.

Roma 29 giugno 2020 · Eventi

Infiorata Roma San Pietro 29 giugno
“Infiorata” immagini di petali a San Pietro

Centro delle celebrazioni della festa di Pietro e Paolo sono tutte le chiese cattoliche, soprattutto la Basilica di San Pietro.

Oltre alle celebrazioni nella Basilica di San Pietro, ricordiamo i seguenti eventi negli ultimi anni:

ore 16 la regata di canoa sul fiume Tevere nei pressi del ponte Ponte Margherita del Popolo collega la via Cola di Rienzo con Piazza.

ore 20 a Piazza del Popolo: Banda dell’Arma dei Carabinieri e Sbandieratori delle 7 contrade di Orte (VT)

ore 21 il tradizionale spettacolo pirotecnico sul Pincio “La Girandola”. I fuochi d’artificio possono essere osservati molto bene da Piazza del Popolo.

Sembra che gli eventi del 2020 saranno purtroppo cancellati. Se volete vedere fuochi d’artificio, andate al parco divertimenti Cinecittà World su Via Pontina. Dal 26 al 29 giugno si svolgono lì gare di fuochi d’artificio.

 

Roma 29 giugno 2020 · Basilica di San Pietro

L’alta festa di Pietro e Paolo è celebrata alla Basilica di San Pietro con una messa papale alle 10:00. Per partecipare alla messa bisogna procurarsi il biglietto gratuito presso la Prefettura della casa pontificia. Altrimenti è possibile seguire la messa sui maxi schermi a Piazza San Pietro o su internet, seguendo la mia pagina con le trasmissioni vaticane in tempo reale.

L’area davanti a Piazza San Pietro è tradizionalmente con immagini di petali ornate, il cosiddetto “Infiorata‘. Galleria fotografica dell’infiorata

Il Papa prega l’Angelus a mezzogiorno in Piazza San Pietro.

 

Roma 29 giugno · Musei

I Musei Vaticani sono chiusi il 29.6.. Tutti gli altri musei sono normalmente aperti. Ricordatevi che alcuni musei a Roma sono chiusi il lunedì.

Roma 29 giugno · Traffico

Che la festa della città Pietro e Paolo è uno dei più importanti per i Romani, non significa che tutti celebrano la festa a Roma. Molti romani utilizzano il 29 giugno per un week-end prolungato o come giorno di partenza per le vacanze. Se volete uscire da Roma il 26 o 27 giugno 2019 vi converrà partire molto presto. Altrimenti rischiate di perdere  1-2 ore solo per uscire dalla città.

Nella città, tuttavia, c’è poco traffico. Il trasporto pubblico segue l’orario festivo.

 

Storia della festa Pietro e Paolo

Pietro e Paolo sono i due Apostoli che sono rappresentati insieme fin dagli inizi del cristianesimo.

Pietro, il pescatore di Galilea, fu il primo apostolo che Gesù chiamò a sé. Intorno all’anno 50, Pietro arrivò a Roma e operava come grande predicatore, fino a quando è stato arrestato durante le persecuzioni di Nero. Secondo la leggenda riuscì a fuggire, ma gli è apparso Gesù sulla via Appia e lo convinse a pentirsi e prendere il martirio su se stesso. Fu crocifisso intorno all’anno 67 nel circo di Nerone. Non si sentiva degno di essere crocifisso come Gesù e la richiesta fu accordata di essere crocifisso con la testa in giù. Fu sepolto sul colle Vaticano. Sopra la sua tomba è stata eretta una cappella e successivamente nel IV° secolo la Basilica di Costantino. Nel 16° secolo è stata sostituita dall’attuale Basilica di San Pietro.

Polo era nato come figlio di una famiglia ebraica a Tarso in Turchia e convertito al cristianesimo dopo un’apparizione sulla via di Damasco. Divenne un ambasciatore instancabile delle parole di Gesù e fu arrestato a Gerusalemme come un piantagrane. Perché aveva il diritto ad un giusto processo di legge come cittadino romano, egli è stato trasferito durante l’anno 61 a Roma, dove ha trascorso diversi anni in prigione. Fu nuovamente arrestato durante le persecuzioni dei cristiani sotto Nero. La leggenda narra che egli era nella stessa prigione come Pietro.

Come cittadino romano, aveva il diritto ad una morte meno dolorosa. Fu decapitato intorno all’anno 67 alle tre fontane sulla via Laurentina. La leggenda dice che la sua testa ha colpito la terra tre volte e che in ogni punto scaturiva una fontana. Oggi, l’Abbazia cistercense di “Tre fontane” si trova presso il sito.

Paolo è stato sepolto fuori le mura della città sulla via Ostiense, dove oggi sorge la Basilica di San Paolo fuori le mura. Secondo la leggenda, Pietro e Paolo erano stati giustiziati nello stesso giorno.

Poiché la chiesa celebra la solennità degli apostoli Pietro e Paolo il 29 giugno, si festeggia il 29 giugno i Patroni di Roma.
 

Le nostre informazioni vi sono utili? Aiutateci a poter continuare a fornirvi informazioni pratiche e aggiornate in questo momento difficile e offriteci un piccolo sostegno!

3 commenti su “Festa dei Patroni di Roma Pietro e Paolo · 29 giugno”

    • Buongiorno,
      una fiera a San Paolo fuori le mura non mi è nota. Ci sono messe alle 7, 8, 9, 11, 18 e alle 20:00 c’è la processione “Delle catene”.

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.