Ostia Antica scavi

Ostia Antica · la “piccola Pompei” vicino a Roma

Ostia Antica fu il primo porto dell’antica Roma. Tornate indietro di 2.000 anni per rivivere il colorato trambusto di questa importante città commerciale.

Ostia Antica è un sito archeologico mozzafiato a soli 20 minuti da Roma. Le rovine di questa città portuale, un tempo fiorente, permettono ai visitatori di immergersi nella realtà della vita dell’epoca, con edifici residenziali, impianti sportivi, luoghi di commercio e un teatro.

Sebbene gli scavi di Pompei siano molto più grandi ed estesi, gli scavi di Ostia Antica sono un’ottima alternativa per risparmiare tempo e denaro. Dopo l’esplorazione, avrete la possibilità di trascorrere qualche ora di relax al mare. Concedetevi una visita alla spiaggia e gustate un delizioso pasto nel moderno sobborgo romano di Lido di Ostia.

Biglietto d’ingresso

L’ingresso al Parco Archeologico di Ostia Antica costa 18 euro (prezzo normale) e 2 euro (prezzo ridotto). Il biglietto è valido per un periodo di 8 giorni e consente di visitare tutti i siti e i musei del parco. Oltre agli scavi, comprende il Castello di Giulio II. A Fiumicino, comprende il museo delle navi presso l’aeroporto, i porti imperiali di Claudio e Traiano e la necropoli di Porto. I biglietti sono disponibili presso la biglietteria del museo o online in anticipo. Non è necessaria la prenotazione.

Il parco archeologico di Ostia Antica è un museo nazionale con le relative regole di ammissione:

  • Ingresso gratuito per i minori di 18 anni e per le persone con disabilità e un accompagnatore.
  • Ingresso gratuito la prima domenica del mese
  • Ingresso ridotto per i cittadini dell’UE di età inferiore ai 25 anni.

Orari

Gli scavi di Ostia Antica sono chiusi il lunedì e il 25 dicembre. Gli orari di apertura si basano principalmente sulla durata della giornata:

Dall’inizio dell’ora invernale – fine febbraio:
8:30 – 16:30

marzo: 8:30 – 17:15

aprile – settembre 8:30 – 19:00

1° ottobre – fine dell’ora estiva 8:30 – 18:30

L’ingresso chiude un’ora prima.

Come arrivare

Mentre nell’antichità Ostia si trovava direttamente sul mare ad una delle foci del Tevere, oggi dista circa 5 chilometri dal mare.

L’ingresso agli scavi si trova in Viale dei Romagnoli 717 Eingang Ostia Antica


Il collegamento con la ferrovia locale da Piramide, stazione di Roma Porta San Paolo, alla fermata di Ostia Antica funziona bene. Poiché un ponte pedonale collega la stazione agli scavi, il collegamento ferroviario non è adatto a persone con difficoltà di deambulazione.

In auto percorrete Via del Mare e pochi chilometri dopo il sottopasso di Dragona girate a destra al primo semaforo e poi a sinistra nel quartiere di Ostia Antica fino al parcheggio degli scavi.

Dall’aeroporto di Roma Fiumicino, prendere l’autobus dal Terminal 1 per Ostia Lido e da lì il treno locale Metromare o un collegamento in autobus. Il viaggio dura un’ora abbondante. L’autobus dall’aeroporto al Lido di Ostia passa 1-2 volte all’ora.

In auto, dall’aeroporto si va in direzione di Ostia e poi si prende la Via del Mare in direzione di Roma. Al primo semaforo, svoltare a destra e attraversare la Via del Mare in una specie di rotatoria per entrare a Ostia Antica e poi svoltare a sinistra verso gli scavi. Il viaggio dura circa 20 minuti.

In direzione Fiumicino, l’autobus per l’aeroporto ferma in Via Guido Calza e il viaggio dura circa 40 minuti, compresa la passeggiata. Ci sono 1-2 collegamenti all’ora. Presso gli scavi non è presente un deposito bagagli.

La centrale taxi del Lido di Ostia ha il numero di telefono +390656010646

Dall’aeroporto di Roma Ciampino, prendete l’autobus 720 fino al capolinea della Metro B Laurentina e scendete alla fermata EUR Magliana. Da lì si cambia con il treno locale Metromare per Lido di Ostia e si viaggia fino a Ostia Antica. Il viaggio, compresi i percorsi a piedi, dura da un’ora e mezza a due ore.

In auto, percorrete il Grande Raccordo Anulare in direzione Fiumicino fino a Via del Mare e proseguite in direzione Ostia fino al semaforo di Ostia Antica. A seconda del traffico, il viaggio può durare fino a un’ora.

La storia

Poco dopo la fondazione di Roma, fu fondata nel VII secolo a.C. una colonia romana alla foce del Tevere, utilizzata per estrarre il sale dalle saline preistoriche.

Ostia Antica Capitolium

Nel IV secolo a.C. fu costruito un campo militare fortificato, il Castrum, attorno al quale si sviluppò la città. Durante il periodo imperiale, Ostia divenne una ricca città commerciale con 50.000 abitanti, che serviva a rifornire la capitale di grano.

L’imperatore Claudio, che regnò fino al 56, fece costruire un nuovo porto alla foce settentrionale del Tevere, nell’allora Portus, i cui resti si trovano ai margini dell’attuale Fiumicino, rendendolo più sicuro per la navigazione.

A lui seguì l’imperatore Traiano con la costruzione di un porto esagonale da cui partiva un canale che portava a Roma. Le chiatte venivano trasportate attraverso il canale fino a Roma e scaricate al Testaccio. Poi riscendevono il Tevere verso il mare. Il canale serviva anche a deviare le acque delle alluvioni e quindi a proteggere meglio la città di Roma.

Con la costruzione dei nuovi porti, Ostia perse importanza e fu definitivamente abbandonata nel IX secolo. Gli scavi iniziati nel XIX secolo hanno portato alla luce uno dei più grandi siti archeologici del mondo, con una superficie di circa 150 ettari.

Punti salienti di Ostia Antica

Il castrum: costruito nel IV secolo a.C., è la parte più antica documentata dagli scavi. Come tutti i castra romani, è diviso in quattro parti da una strada che corre in direzione est-ovest, il Decumano, e da una strada che corre in direzione nord-sud, il Cardo. Le mura di protezione in tufo, che contenevano quattro porte, sono ancora oggi chiaramente riconoscibili. La piazza centrale del castrum è il foro, dove si incrociano le due strade.

Il foro: Era il centro della vita politica, economica e religiosa. Qui si trovavano templi, negozi ed edifici pubblici.

Le case: le case ben conservate, con i loro pavimenti a mosaico e gli affreschi, sono particolarmente impressionanti. Esse offrono uno spaccato della vita quotidiana degli abitanti dell’epoca.

Ostia Antica Teatro Romano

Le terme: A Ostia c’erano numerose terme. Sono esempi vividi della cultura dei bagni romani, con piscine di acqua calda e fredda e saune.

Il teatro: il ben conservato anfiteatro è ancora oggi utilizzato per concerti ed eventi. I concerti nelle calde serate estive incantano i visitatori con la loro magica atmosfera.

Consigli per i visitatori

Prevedete molto tempo: il parco è piuttosto esteso e sono necessarie 2 – 3 ore per visitare le aree più importanti.

Ostia Antica scavi

Nel parco sono presenti due percorsi tematici e un museo. Il percorso Sport e atleti a Ostia Antica si snoda attraverso le terme e gli impianti sportivi. L’altro itinerario, I luoghi del grano e del pane, mostra i luoghi della lavorazione, dal carico e scarico, alla pesatura e misurazione, allo stoccaggio, alla macinazione fino ai centri commerciali.

Scarpe comode e acqua: poiché si cammina molto, è indispensabile avere scarpe comode. È inoltre necessario avere sempre con sé acqua a sufficienza, soprattutto nelle giornate più calde.

Visita guidata o audioguida: per comprendere meglio la storia e il significato delle varie rovine, sono molto utili le visite guidate o le audioguide.

Vedere il mare: Ostia Antica non è lontana dal mare. Leggete i nostri consigli per una gita al Lido di Ostia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.