Un giorno a Firenze · Un tour nella città del Rinascimento

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Una gita di un giorno a Firenze è una buona idea per immergersi nell’arte e nella cultura. Godetevi una giornata a Firenze e passeggiate per questa ricca città del commercio nel centro Italia, che ha dato un enorme contributo allo sviluppo culturale dell’Europa. Il viaggio richiede solo poche ore con l’alta velocità o in auto. Un’escursione che vale davvero la pena.

Il centro della Toscana

La Toscana si estende dagli Appennini al mare e comprende molte città famose come Pisa, Livorno, Lucca, Siena, San Gimignano e Grossetto. L’isola d’Elba si trova al largo della costa.

Da qui provengono molti vini famosi, come il Chianti, il Brunello di Montalcino e il Vin Santo. Famose sono anche le succose bistecche di carne chianina e le bistecche alla fiorentina.

Una giornata a Firenze: il nostro suggerimento per la vostra escursione

Una gita di un giorno a Firenze non è solo una buona idea se siete in vacanza in Toscana, sulle colline del Chianti senese o in riva al mare tra Lucca, Pisa, Livorno e Grosseto. Da Bologna ci vuole meno di un’ora e con i treni Frecciarossa o Italo non ci vuole molto da Roma, Venezia o Milano.

Iniziamo il nostro tour dalla Stazione Centrale di Santa Maria Novella. È un monumento della storia industriale. Da qui potete raggiungere a piedi il centro in pochi minuti. Potete parcheggiare la macchina nel parcheggio sotterraneo della stazione o in un parcheggio in zona.

Il percorso proposto ha una lunghezza di circa 6 km. Sul nostro percorso tralasciamo la galleria dell’Accademia, in cui si può vedere l’originale del David di Michelangelo.

Un giorno a Firenze mappa

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore

La cattedrale dista meno di 1 km. Cattedrale Si percorre Via degli Avelli oltrepassando la Basilica di Santa Maria Novella. La strada è un po’ più lunga, ma c’è poco traffico. Santa Maria Novella è aperta fino alle 17 in alcuni giorni e l’ingresso è a pagamento.

Al centro della piazza, prendete Via dei Banchi sulla sinistra e seguite i vicoli Via delle Belle Donne, Via del Trebbio e Via degli Agli fino al Duomo. L’imponente struttura era la chiesa più grande del mondo quando fu completata nel 1436.

Orari di apertura Duomo di Firenze: lunedì – sabato 10:15 – 16:15, chiuso domenica e festivi. L’ingresso è gratuito.

Il campanile di Giotto

Giotto ha costruito il campanile della cattedrale che ospita sette campane. La torre è alta 84,7 m e larga circa 15 m. Bisogna salire 463 gradini. L’ingresso è a pagamento.

Il battistero

L’origine del Battistero di San Giovanni è sconosciuta. Potrebbe esserci stato un Tempio di Marte qui. Gli scavi hanno trovato tracce di case romane con pavimenti a mosaico. A causa del modo in cui è stato costruito, si ritiene che abbia avuto origine nel IV-V secolo. Tuttavia, un’inaugurazione viene autenticata solo per l’anno 1059. L’ingresso al battistero è a pagamento.

La cupola del Brunelleschi

La cupola della cattedrale è la più grande cupola in mattoni del mondo. La cupola interna ha un diametro massimo di 45,5 m, la cupola esterna 54,8 m. Ha un’altezza di 116 m.

La cupola è a pagamento e bisogna salire 463 gradini. Non c’è l’ascensore.

Il mercato di Sant'Ambrogio

Vi piacerebbe mangiare qualcosa? Allora provate iler nostro suggerimento p Firenze, il Mercato di Sant’Ambrogio. Dista 1,1 km dalla cattedrale. Mercato Sant'Ambrogio C’è cibo fresco e potete mangiare bene ed economico. Proseguite su Piazza del Duomo, oltrepassate il palazzo della Regione Toscana Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati per Via dell’Oriulo. In Via dei Pepi, mantenetevi leggermente sulla sinistra e prendete Via Pietrapiana. Alla chiesa di Sant’Ambrogio, svoltate a destra e troverete il mercato sulla sinistra.

Si mangia molto bene al mercato alla Trattoria da Rocco con specialità tipiche toscane. Al Trippaio trovate interiora della tipica cucina popolare toscana.

Orario di apertura Mercato di Sant’Ambrogio: Lun – Sab – 14:00

Un giorno a Firenze: Piazza della Signoria

Ben rafforzati, proseguite fino alla piazza centrale Piazza della Signoria Piazza della Signoria. La distanza è 1,2 km. Prendete Via dell’Agnolo e poi svoltate a sinistra in Via Giuseppe Verdi. Arrivate alla chiesa francescana Santa Croce di Firenze e seguite a destra il Borgo dei Greci.

Firenze David di Michelangelo
Credits: Sara Janssen https://pixabay.com/it/photos/david-florence-michelangelo-3369251/

La piazza antistante il Palazzo Vecchio è il centro storico politico della città. Diverse statue si trovano nella piazza, inclusa una copia del David di Michelangelo. Da un lato c’è la Loggia dei Lanzi. È stata costruita per ospitare i lanzichenecci. Successi­vamente divenne una sorta di museo all’aperto per i pezzi della collezione dei Medici. Qui furono poi collocate statue provenienti da Villa Medici da Roma.

Lì vicino, proprio dietro la piazza c’è la statua di un cinghiale, la Fontana del Porcellino, in Piazza del Mercato Nuovo  Porcellino. Si dice che, se accarezzerete il muso del cinghiale, sarete fortunati e tornerete a Firenze.

Il Palazzo Vecchio

Firenze Palazzo Vecchio
Credits: Eagleeye56 https://pixabay.com/it/photos/florence-palazzo-vecchio-2790263/

Il vecchio palazzo del governo è ora il municipio e il museo. Tuttavia, gli orari di apertura sono complicati ed è difficile visitare questo museo durante una gita di un giorno.

Firenze Salone dei 500
© 2016 Brandon Price Photography https://www.flickr.com/photos/bpprice/27336127801

La sala più imponente è il Salone dei Cinquecento. Fu costruito nel 1495 dal frate domenicano Savonarola. Qui, un consiglio di 500 cittadini avrebbe dovuto decidere le sorti della città. Forse Savonarola era troppo fanatico e riluttante a scendere a compromessi. Nel febbraio 1497 mise in scena un purgatorio delle vanità in cui bruciò opere d’arte, gioielli e abiti di valore, e con il quale arrecò danni incommensurabili all’arte fiorentina del Rinascimento. Un anno dopo, è stato condannato e giustiziato. Si dice che il mandante fosse Cesare Borgia, il figlio di papa Alessandro VI.

La Galleria degli Uffizi

La Galleria degli Uffizi si trova appena sotto Palazzo Vecchio. È uno dei musei più importanti d’Italia. Non perdetevi questo museo! Troverete importanti collezioni di Raffaello e Botticelli così come opere di Giotto, Tizian, Dürer, Rubens, Caravaggio e altri. Occorrono due ore per visitare la Galleria degli Uffizi.

Per gli Uffizi bisogna prenotare in anticipo i biglietti su Internet.

Il Ponte Vecchio

Firenze Ponte Vecchio
Credits: ErvinGjata https://pixabay.com/it/photos/italia-ponte-acqua-florence-3984986/

Il Ponte Vecchio è uno dei ponti più famosi al mondo Ponte vecchio. Fu costruito nel 1345 dopo che il precedente ponte fu distrutto dalle inondazioni.

Dovreste attraversare il ponte e dare un’occhiata alle vetrine delle gioiellerie. Se volete fare delle foto al Ponte Vecchio, tornate indietro su un altro ponte.

Nel 1442 i macellai dovettero trasferirsi sul ponte. Potevano quindi smaltire subito i loro rifiuti nel Arno. Nel 1565 l’architetto Vasari, su incarico di Cosimo I de’ Medici, realizzò un passaggio segreto da Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti, la nuova residenza fuori dall’allora puzzolente città. Il passaggio segreto attraversava il vecchio ponte. Poiché i sovrani non volevano passare sopra le botteghe dei macellai, Ferdinando I de’ Medici ordinò nel 1593 che gli orafi si stabilissero qui.

Palazzo Pitti

Palazzo Pitti è oggi un museo con varie collezioni gestite dalla Galleria degli Uffizi. In un giorno sarà difficile visitare anche questo museo Palazzo Pitti.

Il giardino di Boboli

Dietro Palazzo Pitti c’è un grande giardino all’italiana, il Giardino di Boboli. Il giardino è praticamente un museo a cielo aperto ed è stato il modello per molti giardini in Europa.

Piazzale Michelangelo

Panorama di Firenze
Credits: Rolanas Valionis https://pixabay.com/it/photos/italia-florence-chiesa-tuscany-4256016/

Piazzale Michelangelo è un belvedere su una collina appena fuori dal centro città. Dal Ponte Vecchio ci vuole circa 1,5 km a piedi. Da questa piazza si ha un’ottima vista panoramica sulla città. Tuttavia, avrete bisogno di circa un’ora per questa escursione. Piazzale Michelangelo

Ritorno alla stazione

Da Palazzo Pitti la distanza alla stazione ferroviaria è di 1,5 km. Avete bisogno di circa 20 minuti a piedi. Dovreste essere alla stazione 15 minuti prima della partenza del treno. Ma forse volete prendervi un po’ più di tempo. Dopo il ponte Santa Trinità arrivate a una zona pedonale con molti bei negozi. A Palazzo Strozzi svoltate in Via della Spada e poi a destra in Via delle belle Donne, che vi porterà alla Basilica di Santa Maria Novella e alla stazione.

Se volete mangiare, c’è il Mercato Centrale a 600 m dalla stazione  con una vasta scelta di bancarelle dalla pizza ai sushi e specialità siciliane.

Piazza del Mercato Centrale Mercato Centrale Firenze

10:00 – 0:00

Come arrivare a Firenze

Abbiamo compilato per voi l’allegata tabella per diverse destinazioni. Troverete le distanze e i tempi di percorrenza approssimativi in ​​auto e treno AV. Per i treni è possibile vedere l’orario di partenza approssimativo del primo treno per Firenze e l’orario di partenza dell’ultimo treno per il viaggio di ritorno. I treni di Trenitalia partono ogni ora sulla maggior parte delle tratte, sulle tratte principali più spesso. I treni di Italo hanno una frequenza minore ma di solito costano meno. È richiesta la prenotazione per tutti i treni ad alta velocità in Italia. Il biglietto non può essere cambiato con le tariffe scontate.

Connesioni per Firenzeda Romada Milanoda Torino
Chilometri su strada274km302km420km
Tempo di viaggio in macchina (h:min)3:003:154:15
Tempo di viaggio in treno (h:min)1:402:003:05
Primo treno per Firenze~ 6:00~ 5:00~ 6:00
Ultimo treno da Firenze~ 22:00~ 22:00~ 19:00
Connesioni per Firenzeda Riminida Veneziada Verona
Chilometri su strada223km256km232km
Tempo di viaggio in macchina (h:min)2:402:452:30
Tempo di viaggio in treno (h:min) (h:min)2:302:131:32
Primo treno per Firenze~ 5:30~ 5:30~ 6:50
Ultimo treno da Firenze~ 22:00~ 21:20~ 20:30

Le nostre informazioni vi sono utili? Aiutateci a poter continuare a fornirvi informazioni pratiche e aggiornate in questo momento difficile e offriteci un piccolo sostegno!

blank

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.