Città del Vaticano in 3 ore · Cosa dovete sapere

Lo Stato del Vaticano è una delle attrazioni più importanti per pellegrini e visitatori di Roma. Visitare i musei e la Basilica di San Pietro in tre ore è una sfida logistica. Leggete come può funzionare e cosa dovete considerare per non essere respinti all’ingresso.

La Città del Vaticano è uno stato separato. Quando entrate in Piazza San Pietro o nei Musei Vaticani, attraversate il confine di stato dall’Italia al Vaticano. I Musei Vaticani e la Basilica di San Pietro con tesoreria, cupola e grotte sono accessibili al pubblico. In 3 ore potete visitare una buona parte dei Musei Vaticani e della Basilica di San Pietro.

I Giardini Vaticani e la necropoli sotto la Basilica di San Pietro sono accessibili solo con guida. Il tour della necropoli in particolare deve essere prenotato in anticipo abbondante e i posti sono rapidamente esauriti.

Si applicano norme speciali all’accesso alla farmacia e all’ufficio postale centrale del Vaticano, nonché al Campo Santo Teutonico.

Orari di apertura Città del Vaticano

Piazza San Pietro apre alle 6:30 del mattino, la Basilica di San Pietro alle 7:00, la cupola alle 8:00. La Basilica di San Pietro e la cupola sono chiuse il mercoledì mattina fino alla fine dell’udienza papale e durante le messe papali. I Musei Vaticani sono aperti dal lunedì al sabato 9-18, ma ci sono anche opzioni di ingresso anticipato. In estate c’è un’apertura speciale venerdì sera 19-23.

Piazza San Pietro chiude alle 23:00, la Basilica di San Pietro in estate alle 19:00 e in inverno alle 18:30.

Potete trovare maggiori dettagli nei nostri articoli sugli orari di apertura della Basilica di San Pietro e sui Musei Vaticani. Potete trovare gli orari di apertura dei Musei Vaticani nella nostra panoramica mensile.

Organizzare la visita

Molti visitatori ci chiedono se dovrebbero prima visitare i Musei Vaticani o la Basilica di San Pietro. Dipende da quando volete visitare San Pietro. Mentre avete un orario riservato per i Musei Vaticani, dovrete fare la fila ai controlli di sicurezza della Basilica di San Pietro, se non avete prenotato un’audioguida o una visita guidata. L’attesa è spesso lunga durante il giorno, mentre non ci sono quasi tempi di attesa al mattino presto e nel tardo pomeriggio.

Se potete quindi essere alla Basilica di San Pietro al massimo entro le 8 del mattino, visitate prima la Basilica di San Pietro e poi i Musei Vaticani, nel pomeriggio è meglio farlo al contrario.

Visite guidate di tre ore

Se avete poco tempo, la risposta è chiara: prenotate una visita guidata che vi porta direttamente dai Musei Vaticani e la Cappella Sistina alla Basilica di San Pietro. Potete prendere questo passaggio solo con gruppi guidati. Questo passaggio vi fa risparmiare diversi chilometri di cammino. Altrimenti dovrete tornare dalla Cappella Sistina all’uscita dei Musei Vaticani e poi fare il giro intorno al complesso fino alla Basilica di San Pietro. Lì dovreste fare di nuovo la coda al controllo di sicurezza. I tour durano 3 ore. Senza il passaggio diretto ci vogliono almeno due ore in più.

Le visite guidate con passaggio alla Basilica di San Pietro sono disponibili quando i Musei Vaticani e la Basilica di San Pietro sono aperti contemporaneamente. Di solito è dal lunedì al sabato, ma non il mercoledì mattina e non durante le messe papali. Il passaggio è attualmente chiuso a causa del coronavirus.

Visita ai Musei Vaticani

I Musei Vaticani sono tra i musei più grandi e importanti del mondo. Si potrebbe passare tanti giorni a visitarli. Se visitate i Musei Vaticani per la prima volta, vi conviene prenotare una visita guidata. In tre ore avrete una panoramica dei pezzi più importanti della collezione.

I Musei Vaticani sono sempre molto affollati e durante i normali orari di apertura ci sono tantissimi visitatori. È possibile evitare la folla prenotando l’ingresso anticipato. Mentre la folla di visitatori arriva, scomparirete attraverso il passaggio dalla Cappella Sistina alla Basilica di San Pietro.

Visita della Basilica di San Pietro

Città del vaticano in 3 ore San Pietro

L’ingresso alla Basilica di San Pietro è gratuito. Se non usate il passaggio dalla Cappella Sistina a San Pietro, dovrete passare il controllo di sicurezza in Piazza San Pietro. Purtroppo c’è quasi sempre la fila alla sicurezza. A volte va intorno a tutta la piazza e dovrete fare la coda per più di un’ora. Se avete pagato un sacco di soldi per viaggio e hotel, è un peccato perdere il tempo così.

Ci sono due soluzioni per evitare le fila a San Pietro:

  1. Tra le 7 e le 8 non c’è quasi fila e si può rapidamente entrare nella Basilica di San Pietro. Le grotte sono, tuttavia, per lo più accessibili più tardi, perchè celebrano messe nelle grotte. La cupola di San Pietro apre alle 8. È abbastanza piacevole essere tra i primi a scalare la cupola. Se volete fare delle foto, dovete tener conto che specialmente in inverno la città di Roma è in contro luce nel mattino.
  2. Prenotate il tour su internet, con audioguida o con guida personale. In questo caso passate sotto il colonnato del Bernini sulla destra, dov’è l’ufficio postale, e andate alla postazione di Vox Mundi, il servizio visitatori ufficiale di San Pietro, che organizzerà il vostro tour e vi darà accesso diretto al controllo di sicurezza. Le persone con disabilità e un accompagnatore sono autorizzati a passare qui al controllo di sicurezza, anche se non hanno prenotato un tour.

Siete già in fila? Potete ottenere il biglietto per l’audioguida o la guida inviata direttamente sul vostro cellulare. Attenzione ai venditori ambulanti! Non potete essere sicuri di cosa vi vendono.

Visita delle grotte

Anche se ci sono orari di apertura ufficiali per le grotte, ci vuole un po’ di fortuna per visitare le grotte. A proposito, il nome grotte è un po’ fuorviante. Le grotte sono il livello della prima Basilica di San Pietro, costruita dall’imperatore Costantino nel IV° secolo. Le grotte furono create dal fatto che la nuova basilica fu costruita sopraelevata. Le grotte sono costituite da una chiesa a tre navate e da nicchie, corridoi e cappelle. Molti papi, re e regine sono sepolti qui per essere vicini alla tomba di San Pietro.

Le grotte sono state recentemente rinnovate e non c’è molto da vedere tranne la tomba di Pietro e alcune tombe papali. È vietato fare foto. Non servono più di 15 minuti per visitare le grotte.

All’uscita delle grotte c’è la cassa per l’accesso alla cupola della Basilica di San Pietro.

Salita alla cupola di San Pietro

Per visitare la cupola, la cassa si trova accanto all’uscita delle grotte, sopra il centro visitatori sul lato destro della Basilica di San Pietro. Con l’ascensore si sale facilmente sul tetto di San Pietro, altrimenti si può prendere le scale. Dal tetto si ha una bella vista di Roma. Nella cupola c’è un corridoio dal quale è possibile guardare giù nella basilica e sull’altare del Papa.

Per l’ascesa alla lanterna nella cupola si snoda una scala e da sopra si prosegue su un’altra scala per la discesa. Non si può tornare indietro e se si soffre di claustrofobia, non si dovrebbe salire. Dall’alto si ha una vista spettacolare sulla città di Roma e il Vaticano.

Prezzo Cupola di San Pietro: € 10 con ascensore, € 8 senza ascensore

Dress code per la Città del Vaticano · Vestiti e scarpe

Dovete osservare il codice di abbigliamento per il Vaticano. Si applica a tutti i siti sacri della Chiesa cattolica a Roma. Questi includono i Musei Vaticani, tutte le basiliche, le chiese e le catacombe.

Il codice di abbigliamento prevede un abbigliamento decente. Ciò significa che spalle e ginocchia devono essere coperte. Questo vale per uomini, donne e bambini. Se indossate un vestito o una camicia senza spalline, dovete avere uno scialle leggero con voi. Anche gonne o pantaloni devono coprire il ginocchio.

Per quanto riguarda le scarpe non sono state pubblicate delle regole. Se non fatte parte di un gruppo folcloristico, non entrerete nei Musei Vaticani e nella Basilica di San Pietro con sandali da spiaggia o zoccoli a causa del rumore. Anche scalzi sarete respinto. Sebbene, anche Gesù andò scalzo. Potrete provare di citare la Bibbia, ad esempio Luca 10.4 o Esodo 3.5.

Luca 10,4 “non portate borsa, né bisaccia, né sandali e non salutate nessuno lungo la strada!”

Esodo 3,5 “E Dio disse: Non t’avvicinar qua; togliti i calzari dai piedi, perché il luogo sul quale stai, e suolo sacro.”

Ma per la vostra visita a Roma dovrete sicuramente indossare scarpe robuste e comode, dato che camminerete per molti chilometri, i marciapiedi hanno le buche e ci sono tanti sampietrini. Anche non dovrete portare dei tacchi alti.

Visita di Castel Sant’Angelo

Per Castel Sant’Angelo è possibile prenotare l’ingresso preferito senza fare la fila.

A Castel Sant’Angelo si deve salire per parecchio tempo. La salita è abbastanza comoda e meno impegnativa di quella sulla Cupola o sui piani alti del Colosseo. Le persone con disabilità possono andare con l’ascensore fino al livello intermedio.

Mangiare intorno al Vaticano

Nel Borgo tra il Vaticano e Castel Sant’Angelo ci sono molti bei ristoranti, street food e un McDonald’s. Nel Borgo viveva lo staff del Vaticano. È dietro il muro su cui corre il “Passetto”, la via di fuga dei papi tra il Vaticano e Castel Sant’Angelo.

Il McDonald’s si trova a Borgo Pio, se si va da Piazza San Pietro a Piazza Risorgimento, si gira a destra al semaforo . Due traverse più in là, in Via delle Grazie, c’è Alice Pizza con una vendita per strada di pizza al taglio.

Un ottimo ristorante di pesce per un pasto sostanzioso ed elegante si trova in Via del Falco 19, Da Benito e Gilberto.

Se siete a Castel Sant’Angelo, potete attraversare il ponte Sant’Angelo. Proseguendo dritto arrivate a Campo de’ Fiori, metà a sinistra, attraverso Via di Panico, fino a Piazza Navona. Già al prossimo incrocio troverete dei bei bar che offrono panini e piccoli piatti. Nella zona troverete numerosi bar e ristoranti, in Via dei Coronari e nei vicoli tortuosi di Via del Governo Vecchio. In Via dei Coronari c’è anche una delle migliori gelaterie di Roma, la “Gelateria del Teatro” , nella prossima strada a destra, Via della Vetrina, si trova da “Solo Pasta” una selezione di piatti di pasta a meno di 10 Euro. Solo Pasta è aperto da mezzogiorno fino al tardo pomeriggio ed è chiuso la domenica.

Dopo aver visitato la Città del Vaticano

Dopo aver visitato i musei e la Basilica di San Pietro, avete già fatto qualche chilometro. Forse vi piacerebbe riposarvi su un autobus hop on hop off o in uno dei bei bar sulla strada per Piazza Navona.

Se siete ancora pieni di energia, dirigetevi verso il centro, il Colosseo, la Basilica di San Paolo o le catacombe.

Per arrivare a Piazza Navona dal Vaticano, superate il Ponte Sant’Angelo e prendete poi Via dei Coronari.

Per raggiungere il Colosseo e il Celio, prendete l’autobus 81 da Piazza del Risorgimento o uno degli autobus per Piazza Venezia.

Per la Basilica di San Paolo, prendete l’autobus 23 da Piazza del Risorgimento o dall’Ospedale Santo Spirito. Per le catacombe, prendete la Metro A fino a San Giovanni e da lì l’autobus 218, o il 118 dal Foro di Traiano vicino a Piazza Venezia.

Altri suggerimenti per la mattinata a Roma

Ecco qualche altro suggerimento su cosa fare a Roma la mattina.

Come arrivare alla Città del Vaticano

Il Vaticano è ben collegato. La linea 64 dell’autobus è la migliore per la Basilica di San Pietro. L’autobus 23 va alla Piramide e alla Basilica di San Paolo, gli autobus 62 e 492 attraversano il centro fino alla stazione Tiburtina e l’autobus 81 va al centro, al Colosseo e alla Basilica di San Giovanni.

I tram a Roma sono molto lenti. La linea 19 va da Piazza Risorgimento allo zoo e prosegue attraverso il quartiere Parioli. Le stazioni della metropolitana Ottaviano e Cipro sono buone per i Musei Vaticani. Tuttavia, la metropolitana è spesso sovraffollata.

Il treno è un mezzo di trasporto veloce. I tempi di percorrenza tra le stazioni Ostiense, Trastevere e San Pietro sono imbattibili e ci sono diversi treni ogni ora.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.