Roma Capodanno 2021/22 · La Festa · Fuochi d’artificio

Capodanno a Roma è una grande festa di strada e c’è un vasto programma ufficiale. Lasciate il vecchio anno alle spalle e iniziate un buon anno nuovo a Roma.

La notte di San Silvestro è di solito un festival di strada nel centro della città. Molti romani mangiano a casa o al ristorante e intorno a mezzanotte affollano il centro città, la zona intorno al Colosseo i punti panoramici per celebrare il nuovo anno e guardare i fuochi d’artificio. La città, in anni normali, organizza una festa di 24 ore intorno al Circo Massimo.

Tradizioni di Capodanno a Roma

Se volete essere fortunati nel nuovo anno dovete indossare biancheria intima rossa a Capodanno, questa è la tradizione. Una buona dose di lenticchie con cotechino promette successo finanziario. In passato si buttava anche porcellana dalla finestra, ma non si fa più per motivi di sicurezza.

Eventi Capodanno 2021/22

Al momento non esiste un programma per il capodanno 2021/22. Poiché la maggior parte dei romani è ora vaccinata contro il COVID, nulla dovrebbe ostacolare le celebrazioni.

Si puòi festeggiare il capodanno in molte discoteche e ristoranti.

Nella Basilica di San Pietro il Papa celebra alle 17 un Te Deum, che sarà trasmesso online.

Festa cittadina “La Festa di Roma”

La festa di Roma 2021

Il Comune di Roma organizza ogni anno una grande festa per Capodanno e il primo.

Anche se ci sono le elezioni ad ottobre, l’attuale amministrazione potrebbe ancora essere responsabile della preparazione delle celebrazioni per il capodanno.

L’evento sarebbe quindi un pot-pourri di persone creative provenienti da tutte le parti della società che mettono le loro arti al servizio della res pubblica.

Il festival si articola in un concerto con spettacoli e fuochi d’artificio a mezzanotte al Circo Massimo. Il 1° gennaio mostre, spazi interattivi, performance e sfilate dall’Aventino a Piazza Venezia.

L’ingresso è libero.

Fuochi d’artificio a Capodanno

A mezzanotte c’è solitamente uno spettacolo pirotecnico dell’ azienda comunale ACEA sul Palatino. Tuttavia, i fuochi d’artificio in città sono più interessanti. Molti romani affollano i belvedere come il Pincio e il Gianicolo per poterli osservare bene.

L’attuale amministrazione comunale cerca da anni di vietare i fuochi d’artificio. L’ordinanza della Sindaca di Roma del 21 dicembre 2016 che vieta i fuochi d’artificio nell’area urbana dal 29 dicembre 2016 al 1 gennaio 2017 è stata revocata dal TAR in data 28 dicembre 2016. Il 30 dicembre 2018 è stato annunciato un divieto per il 31 dicembre 2018 e il 1 gennaio 2019. Tuttavia, c’erano fuochi d’artificio piuttosto impressionanti nel centro. Anche nel 2019 e nel 2020 c’è stato un divieto last minute della sindaca per vietare i fuochi d’artificio.

Anche il coprifuoco di Capodanno 2020 non ha impedito ai romani di fare i fuochi d’artificio. Hanno cominciato mentre Gianna Nannini singhiozzava “Io Ti voglio” in diretta a mezzanotte. Poi la sindaca ha tenuto un breve discorso e sullo sfondo si vedevano i fuochi d’artificio più belli, decisamente migliori di quelli dell’azienda comunale.

Guardare i fuochi d’artificio

Solitamente si possono vedere benissimo i fuochi d’artificio dell’azienda comunale dal Circo Massimo.

Si possono  guardare benissimo i fuochi d’artificio a Roma dai vari  punti panoramici. Molti romani vengono sulle terrazze del Gianicolo o del Pincio.

Acquistare fuochi d’artificio a Roma

Nei supermercati di Roma troverete solo aggeggi in libera vendita. Ci sono pochissimi negozi specializzati a Roma che vendono veri fuochi d’artificio. Gli indirizzi sono disponibili su Internet con la ricerca “vendita fuochi d’artificio Roma”.

A Capodanno, si formano lunghe file davanti ai negozi e ci vogliono diverse ore per attendere il vostro turno. Se desiderate di acquistare dei fuochi belli, vi conviene di passare due o tre giorni prima.

Roma 1° gennaio

Il Primo è molto tranquillo a Roma. Molti romani vanno a letto molto tardi.

Il programma inizia con un concerto di pianoforte per salutare il sol levante. Verranno poi attivate le varie installazioni nel giardino degli aranci, sotto l’Aventino sul Tevere e lungo le vie fino a Piazza Venezia.

Alcuni musei offrono un’apertura straordinaria il 1° gennaio.

Ristoranti

Molti ristoranti sono aperti il ​​1° gennaio. Se desiderate un menu ampio o un brunch, dovreste effettuare una prenotazione.

Parchi divertimento

Roma Lunapark Luneur

Capodanno al Luneur

Il parco divertimenti Luneur si trova nel quartiere EUR. Luneur festeggia il capodanno con addobbi natalizi e creature mitiche. Potete trovare gli orari di apertura nel calendario.

Via delle Tre Fontane, 100 Luneur Bus 30, 170, 714, 791 Colombo/Agricoltura
Cinecitta world natale

Capodanno a Cinecittà World

Accanto al  centro outlet  Castel Romano. Parco divertimenti con montagne russe, volo virtuale con Babbo Natale e tante altre attrazioni. Cinecittà World Google maps

Autobus regionale COTRAL da Metro Laurentina a Castel Romano 2,60€ <->, a bordo 14€

Trasporto pubblico

ATAC Roma Tram storico 2047

La metropolitana è operativa dalle 05:30 alle 01:30.  Linea per Ostia Lido funziona fino alle 23:30 e la linea Roma-Flaminia Montebello parte fino alle 23:00.

Il 1° gennaio la metropolitana è operativa dalle 08:00 alle 23:30.

Autobus e tram: ultima partenza il 31 dicembre alle 21:00.

Non ci sono linee notturne nella notte di capodanno.

Il 1° il trasporto pubblico segue l’orario festivo a partire dalle 08:00.

Per informazioni sui collegamenti ferroviari regionali e nazionali, consultate Trainline.

Il meteo a Capodanno

Fa freddo a Capodanno. C’è vento ai punti panoramici e se volete accendere fuochi d’artificio dovreste avere un accendino protetto contro il vento.

Se volete festeggiare fuori, avrete bisogno di vestiti e guanti caldi. Per le probabilità di pioggia, controllate i siti di previsione meteo.

Il Santo Silvestro

Silvestro fu vescovo di Roma negli anni 314-335. Fu sepolto il 31 dicembre e viene celebrato in quel giorno.

Sylvester und Konstantin

Sotto Silvestro avvenne la cristianizzazione dello stato da parte dell’imperatore Costantino e furono costruite quattro importanti basiliche: San Pietro, San Paolo, San Giovanni e Santa Croce in Gerusalemme. Molte altre chiese furono costruite durante la sua era sulle tombe dei martiri. Lui è commemorato alla Basilica di San Silvestro e Martino in Monti in Viale del Monte Oppio 28. Google maps

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.