Domenica a Roma · Archeopark dell’Appia Antica e Catacombe

La domenica e i giorni festivi, Via Appia Antica è a traffico limitato. È consentito solo il traffico locale 9-16, con ora legale 9-18. La domenica pomeriggio è quindi particolarmente adatta per una visita all’Appia Antica. Sia che siate al mattino vicino alla Basilica di San Pietro, al Colosseo, al centro città o al mercato domenicale di Porta Portese, l’Archeopark dell’Appia Antica offre un gradito cambiamento. Potete fare una passeggiata, mangiare bene e visitare le catacombe.

Come arrivare · Mangiare sull’Appia Antica · Visite sull’Appia Antica

Sfortunatamente, il divieto non è controllato correttamente e molti autisti trovano una scusa per passare comunque, ma la situazione del traffico è decisamente meglio che durante la settimana. Nei giorni feriali c’è troppo traffico tra Terme di Caracalla e le Catacombe di San Sebastiano e non conviene fare questo pezzo a piedi.

 

Come arrivare all’Acheopark dell’Appia Antica

Ci sono due linee di autobus che attraversano la Via Appia Antica, la linea 118 da Piazza Venezia e la 218 dalla Basilica di San Giovanni.

Entrambe le linee si fermano all’ufficio del parco del Parco Regionale dell’Appia Antica alla fermata Quo Vadis, e da lì parte un bellissimo sentiero con poco traffico all’interno delle Catacombe di Callisto.

Appia Antica fermata Big Bus
Big Bus Fermata sull’Appia Antica (linea viola)

Il 118 continua sull’Appia Antica fino alla Basilica e alle catacombe di San Sebastiano e poi alla villa del Quintili. Il 218 continua su Via Ardeatina, dove c’è un’altra fermata per le catacombe.

Attenzione! Nell’area delle catacombe c’è un cartello per la fermata della linea 118. A questa fermata, tuttavia, l’autobus va fuori città. Se volete tornare in città, dovrete scendere alla fermata Quo Vadis. Per la linea 218 potete anche andare alla Via Ardeatina.

Sfortunatamente, il 118 va irregolare la domenica. In alternativa, da Piazza Venezia, prendete la linea 130F o la linea 160. La fermata comune per 118, 130F e 160 è Teatro Marcello / Ara Coeli. Venendo da Piazza Venezia, si trova sulla destra dopo la salita per il Campidoglio. 130F e 160 si fermano alla fermata Navigatori. Da lì bisogna attraversare Via Cristoforo Colombo e poi seguire Via delle Sette Chiese fino alle Catacombe. La distanza all’ingresso delle catacombe di Callisto è poco più di un chilometro.

Un’alternativa al trasporto pubblico è la linea viola dell’open bus hop on hop off Big Bus. C’è un biglietto particolare per le catacombe sull’Appia Antica con noleggio biciclette. Con il biglietto premium e il biglietto deluxe invece potete utilizzare la normale linea hop on hop off per la città e la linea viola per l’Appia Antica. Un’altra azienda, City Sightseeing, offre 2-3 viaggi al giorno alle catacombe di Domitilla durante l’estate.

È anche molto bello in bicicletta sulla Via Appia Antica. Ci sono delle belle escursioni guidate in bicicletta per il parco dell’Appia Antica e per il parco degli acquedotti. Potete andare anche da soli, ma è meglio prenotare una bicicletta in città, perché le biciclette possono essere esaurite all’ufficio del parco, a Quo Vadis, la domenica.

 

Il pranzo della domenica sull’Appia Antica

Sull’Appia Antica su può mangiare bene.

Ristorante L'Archeologia Via Appia Antica
Ristorante L’Archeologia

Un primo indirizzo è L’Archeologia. In questo elegante ristorante potete mangiare dentro e fuori. Ci sono pesce, ostriche e anche piatti di carne molto buoni. L’Archeologia offre spesso specialità regionali. Il ristorante si trova di fronte alla Basilica di San Sebastiano. su Tripadvisor logo potete prenotare online.

Proprio di fronte al Mausoleo di Cecilia Metella è Garden Risto. Il giardino è molto ben strutturato, forse era una volta un garden center Il ristorante si è fatto un nome negli ultimi anni. Garten Center. Su Ricerca ristoranti a Roma può prenotare online e trova ognittanto lo sconto.

Ristorante Giulia e Fratelli
Ristorante Giulia e Fratelli

Molto familiare è il ristorante giardino Giulia e Fratelli di fronte al Mausoleo della Cecilia Metella. Recensioni su Tripadvisor logo. La famiglia gestisce anche il vicino ristorante molto elegante Antica Roma. Prenotazione online su Hostaria Antica Roma.

Trattoria Qui nun se more mai
Trattoria Qui nun se more mai

Poco più in su sulla strada è Qui non se more mai, un ristorante con Cucina Romana e carne alla griglia Prenotazione online su Tripadvisor logo.

Passeggiate della domenica sull’Appia Antica

La Via Appia Antica a Roma è stata concepita come un museo a cielo aperto per una passeggiata da più di cento anni. Dalla tomba di Cecilia Metella non c’è quasi traffico, perché la strada è difficile da percorrere a causa dei pezzi a pietro del tipo antica strada romana.

Visita delle catacombe di domenica

Se siete sull’Appia Antica, visitare le catacombe è praticamente obbligatorio. Le catacombe di Callisto e le catacombe di Domitilla sono aperte la domenica fino alle 17. Fuori dalla città, dietro le catacombe di Callisto, si trova la Basilica di San Sebastiano. Le catacombe sono chiuse la domenica.

Visita del Circo di Massenzio

Qualche centinaio di metri più avanti, sulla sinistra, si trova il Circo di Massenzio, un vecchio ippodromo, accanto ai resti della villa e del mausoleo. Il complesso è uno dei musei del Comune di Roma e l’ingresso è gratuito.

Visita del Mausoleo di Cecilia Metella

Un po’ più avanti è il mausoleo di Cecilia Metella, che fu ampliato nel Medioevo ad un castello con ufficio doganale. Questa struttura è uno dei musei nazionali e c’è un biglietto, che è valido anche per la Villa del Quintili. I giorni con ingresso gratuito possono essere trovati nella lista dei musei.

Capo di Bove

La Via Appia continua a salire. A poche centinaia di metri dopo un incrocio, arriverete al numero 222. Qui troverete Capo di Bove, una tenuta dove furono scoperte antiche terme e una villa del II secolo. Su una vecchia cisterna romana è stata costruita una casa di campagna. La struttura appartiene ai musei nazionali e l’ingresso è gratuito. Nella casa di campagna ci sono mostre temporanee.

La distanza da San Sebastiano a Capo di Bove è di circa un chilometro. Da qui l’Appia Antica diventa rurale. Dopo aver passato alcune ville, ci sono aree agricole sulla destra e sulla sinistra della strada. La strada è modellata sulla strada originale, con corsia e passerelle laterali. A destra e a sinistra della strada ci sono i resti di tombe e iscrizioni.

La Villa dei Quintili

Se continuate per tre chilometri da Capo di Bove, arrivate sul retro della Villa dei Quintili. Un po’ più avanti, all’incrocio con Via di Tor Carbone e dopo Villa Dino, sulla sinistra, al numero 251, c’è una specie di ingresso posteriore che conduce alla Villa dei Quintili attraverso il complesso di Santa Maria Nova. La villa risale al 2° secolo. È il più grande complesso residenziale dell’antico sobborgo. Lo stesso biglietto d’ingresso del Mausoleo di Cecilia Metella è valido anche qui. Attenzione! Se l’ingresso sul retro è chiuso, dovrete fare un lungo giro. La villa chiude a seconda della stagione tra le 16 e le 19:15, l’ultima ammissione è un’ora prima. All’uscita principale della villa troverete la fermata dell’autobus 118, che vi riporterà al centro.

La Via Appia Antica può essere percorsa per molti chilometri, passando vicino all’aeroporto di Ciampino fino a raggiungere Santa Maria delle Mole. Da lì potete prendere il treno per tornare a Roma.

Molto bella è anche una passeggiata di sera con una cena in uno dei ristoranti, che ho menzionato qui.

Maggiori informazioni su Via Appia Antica>

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.